Concorso 02 Conservatorio di Milano - Titoli Artistici

Vai ai contenuti

Menu principale:

Concorso 02 Conservatorio di Milano

Concorsi e selezione

COMA 17 - PIANOFORTE STORICO
Procedura selettiva al Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano. Scadenza 6 settembre 2021.

Il Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano dispone l’indizione di una procedura selettiva pubblica, per soli titoli, per la formulazione di una graduatoria d’istituto riferita agli Anni Accademici 2021/2022 – 2022-2023, utile ai fini ai fini del conferimento di incarichi al personale interno e/o esterno al Conservatorio “Giuseppe Verdi” per l’insegnamento nel seguente settore artistico-disciplinare:
COMA 17 – PIANOFORTE STORICO.
La data di scadenza delle domande è fissata al: 6 Settembre 2021.
Il bando è disponibile oltre che sul sito del Conservatorio, all’indirizzo https://www.consmi.it nella sezione bandi, anche sul sito del MIUR di Alta Formazione Artistica Musicale https://afam.miur.it/sito/bandi.html nella sezione personale docente dell’Anno 2021/2022 relativo alle procedure di copertura dei posti a tempo determinato.
Il bando si compone di 14 articoli, tutti ben definiti, ai quali gli Artisti partecipanti dovranno prestare la massima attenzione per non incappare in qualche “non validità dei titoli” prodotti e/o alla loro esclusione dalla selezione.
La procedura è alquanto semplice, comune un po’ a tutti i concorsi.
La domanda di ammissione alla selezione, unitamente a tutti i documenti richiesti, deve essere inviata in formato elettronico .pdf al Conservatorio attraverso il form disponibile sul sito. Il MODELLO è disponibile in versione editabile in modo ben formalizzato e dovrà essere indirizzato alla cortese attenzione del Direttore del Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano.
All’Articolo 6 del bando, denominato: COMMISSIONE GIUDICATRICE, SELEZIONE E CRITERI DI VALUTAZIONE sono stati inseriti i “punteggi massimi di valutazione”. Per la valutazione curriculare e dei titoli artistici, culturali e professionali, relativi all’insegnamento richiesto sono stati assegnati PUNTI 60,00 purché detti TITOLI sono riferiti all’ultimo decennio che va dal 2011 all’anno 2021. Va da sé che i TITOLI posseduti antecedenti all’Anno 2011 non vengono presi in considerazione.
All’Articolo 7 del bando, denominato: GRADUATORIE è stato inserito la differenziazione tra le due graduatorie: la prima destinata ai docenti interni al Conservatorio; la seconda destinata ai soggetti esterni al Conservatorio.
Per quanto riguarda il MODELLO DI DOMANDA DI AMMISSIONE, che dovrà essere redatta secondo la dichiarazione sostitutiva tenendo presente il D.P.R. 445/2000, il punto B) dal titolo TITOLI ARTISTICO-CULTURALI E PROFESSIONALI è diviso in due sezioni: B1 e B2.
Nella sezione B2 si dovranno dichiarare i TITOLI PROFESSIONALI posseduti dal candidato conseguiti entro la data di invio della domanda.
Nel MODULO DOMANDA viene rilevato: «B.2) Dichiaro di possedere i seguenti titoli professionali riferiti all’attività svolta nei settori attinenti alla disciplina per la quale concorro purché riferiti agli ultimi 10 anni (2011/2021) (attenzione: indicare complessivamente massimo n. 40 titoli - esempio: incarichi lavorativi, pubblicazioni,, ecc…); ove dovesse essere indicato un numero maggiore di titoli verranno valutati unicamente i primi cinquanta)».
Per quanto riguarda questi TITOLI PROFESSIONALI è da considerare prevalentemente la Nota Ministeriale n. 3154 del 9 giugno 2011 - Graduatorie d’Istituto. Si evidenzia che verranno valutati esclusivamente i titoli artistico-culturali e professionali attestanti specifiche competenze nel settore artistico disciplinare oggetto della domanda: i concorsi, l’attività concertistica, le registrazioni discografiche e audiovisive, le pubblicazioni di carattere specifico, la cura editoriale, le ulteriori esperienze didattiche e di studio. A tal riguardo si considera l’importanza delle sedi concorsuali e l’esito delle prove, la qualità del contesto e il prestigio delle sedi concertistiche, l’importanza dell’ensemble, l’ampiezza e la varietà del repertorio eseguito, la rilevanza delle etichette delle registrazioni e del progetto musicale, il rigore scientifico del lavoro di edizione e l’attendibilità del contesto editoriale.
All’Artista che intende partecipare alla selezione e non ha tutti e cinquanta i TITOLI PROFESSIONALI ed ARTISTICI così come menzionati nella Nota Ministeriale e del bando stesso, occorre affidarsi a qualche Associazione Musicale o Ente accreditato dal MIUR in modo da poter pubblicare quanto serve per l’occasione in questo periodo.
Insomma, tra le Associazioni operanti nel settore musicale, è bene chiedere consigli gratuiti agli esperti che operano nel settore. Una di questa è l’ASSODOLAB che ha nel suo interno il Laboratorio Musicale, è Ente accreditato dal MIUR secondo la Direttiva Ministeriale numero 170/2016 ed opera sin dall’Anno 2000 a sostegno dei docenti. Informazioni e chiarimenti possono essere richieste direttamente conservatorio al Presidente Nazionale dell’ASSODOLAB che è il prof. Agostino Del Buono, sempre disponibile, all’indirizzo elettronico agostino.delbuono@assodolab.it o al numero telefonico 339.2661022.
L’Associazione ha un proprio sito web all’indirizzo www.assodolab.it e soprattutto, nel settore musicale ha un proprio sito dedicato ai TITOLI ARTISTICI https://www.titoliartistici.it/ in cui sono inseriti ben tre Progetti che possono essere di aiuto a tale scopo.
Concludendo, se si partecipa ad un bando, ad una selezione pubblica per un posto di lavoro, occorre partecipare con i TITOLI ARTISTICI E PROFESSIONALI congrui, atti ad essere collocati nelle primissime posizioni e non sciupare l’occasione e/o rinviare il tutto ad altri momenti.
Ad Maiora!

Carla Minchillo
carla.minchillo@lasestaprovinciapugliese.it
 



ASSODOLAB
Ente accreditato e qualificato dal MIUR per la formazione del personale della Scuola
Telefono: 339.2661022 - Via Cavour, 76 - 76015 TRINITAPOLI BT - Italy
Partita IVA: 03039870716 - Sito web: www.assodolab.it - E-mail: segreteria@assodolab.it

© Assodolab - Tutti i diritti riservati


Torna ai contenuti | Torna al menu